Categoria: Boy London

STAGIONE: +

COLORE: +

MARCA PRODOTTI: +

TAGLIA: +

Visti di recente:

1–12 di 15 risultati

Fondata da Stephane Raynor nel 1976, la storia di BOY è davvero fuori discussione, in quanto le voci e le leggende più selvagge che la circondano non potevano sperare di competere con la realtà. Amato dall’underground, ma spesso corteggiato da un overground affamato di un pezzo dell’atteggiamento del marchio BOY, rimane l’etichetta che tutti vorrebbero.

Fu quando aprì il negozio BOY sulla Kings Road nel 1976 che le cose iniziarono a prendere forma.

Ogni giorno di commercio le strade fuori dal negozio erano piene della sua clientela elegantemente vestita e in stile, mentre Billy Idol lavorava alla cassa e Phillip Salon preparava il tè.

BOY è stato l’epicentro di una nuova alba sia nella moda che nella musica, definendo lo spirito del punk e facendo nascere la scena del New Romantic che è apparso nella sua scia.

Raynor ha brevemente prestato la sua mano per aprire un altro famoso negozio, PX, nel 1978, dove sotto la sua guida la scena che lo circondava e le sue imprese (guidate da Visage Steve Strange e DJ Rusty Egan) divenne noto come il famigerato ‘Blitz Kids’ ( i ragazzi del club originale), prima di tornare a concentrarsi su BOY LONDON nel 1980.

È stato da qui che l’elemento creativo di BOY è entrato nel suo spazio e le cose hanno iniziato ad andare nella stratosfera.

Alimentato da un costante desiderio di reinvenzione e dalla voglia di creare nuovi stili e tendenze innovative, BOY è diventato rapidamente l’etichetta più iconica e parlata del pianeta.

Questo è stato il periodo in cui le famose sfilate di passerelle dell’etichetta (come molti eventi artistici durante le sfilate) erano gli eventi più selvaggi del calendario della moda.

Dove i marchi del night club parigino “CLUB BOY” sono diventati la notorietà come la cosa più scandalosa per colpire la città in decenni, prima di implodere infine nel 1985 all’apice della sua notorietà.

Eppure, tra tutto il caos che circonda l’operazione, una cosa era abbondantemente chiara: BOY era diventato L’etichetta must have dell’era, presa da quelli che potevano ottenerla e imitati da quelli che non potevano.

La preminenza dell’etichetta continuò per tutti gli anni ’80 e negli anni ’90, dove i marchi del marchio BOY furono adottati come uniformi di scelta per il movimento delle case acide e l’esplosione di Ibiza, e furono una presenza imperdibile durante l’estate dell’amore.

Poi, all’apice della sua fama, BOY finalmente cedette sotto le richieste numeriche di una lista di compratori internazionali che avevano perso il controllo, facendo sì che l’etichetta chiudesse indefinitamente i suoi libri la storia non finisce qui però, il passaparola e la passione per il marchio tra gli esperti della sua storia hanno mantenuto viva l’etichetta negli anni 90.

In negozi di seconda mano e negozi di beneficenza di tutto il mondo, i pezzi originali del BOY sono diventati i reperti più feticizzati.

Poi, nel 2007 cominciarono a circolare voci che la leggendaria etichetta stava tornando. Abbastanza sicuro, l’ultima avventura di Stephane, un negozio di nome SICK (situato in Redchuch Street, nel cuore di East London), è presto emerso e con esso è arrivato il rilancio di BOY.

Fedele allo spirito originario del BOY, Sick non è un negozio in senso convenzionale, ma un vortice ininterrottamente modesto di feste in seminterrato, instillazioni artistiche viventi e studi di design.

Questo approccio “tutto va” allo spazio ha restituito al marchio la notorietà del marchio BOY, introducendo anche l’attitudine dell’etichetta a un’intera nuova generazione di fan.

Accesso

Registrazione

Una password verrà inviata al tuo indirizzo e-mail.

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

Contattaci al numero 0571 1550733
Per info o assistenza

Per rintracciare il tuo ordine inserisci il tuo ID ordine nel campo sottostante e premi il bottone "Traccia". Ti sarà mostrata la ricevuta e l'email di conferma che avresti dovuto ricevere.

preloader